REGOLAMENTO- AGGIORNAMENTO

Federazione Scacchistica Italiana

 

Regolamento del Trofeo Scacchi Scuola

 

 

1) PREMESSA

 

La Federazione Scacchistica Italiana (FSI) istituisce il Trofeo Scacchi Scuola (TSS), manifestazione di scacchi a squadre riservata alle scuole.

 

La FSI istituisce per questa manifestazione due figure di riferimento: il Referente Provinciale per le fasi provinciali e il Referente Regionale per le fasi regionali.

 

La promozione del Trofeo Scacchi Scuola è effettuata sotto la responsabilità tecnica della Direzione Nazionale della FSI per il TSS, in collaborazione con il Settore Giovanile Nazionale FSI e i Referenti Provinciali e Regionali.

 

Le seguenti disposizioni si rivolgono, in particolare, alle Istituzioni Scolastiche che, in piena autonomia, scelgono di partecipare al TSS dell’anno scolastico in corso mediante la rappresentanza di proprie squadre.

 

Il TSS è promosso e organizzato dalla FSI.

 

Il TSS è riservato agli studenti delle scuole statali e non statali di ogni ordine e grado, regolarmente iscritti e frequentanti.

 

La partecipazione delle Istituzioni Scolastiche è per rappresentativa d’Istituto e dev’essere deliberata dai competenti Organi Collegiali scolastici.

 

Per Istituzioni Scolastiche si intendono gli Istituti Scolastici e/o le Scuole coordinate e aggregate da un’unica Direzione, formanti un unico Istituto Comprensivo.

 

2) FASI

 

Il TSS si articola nelle seguenti fasi:

 

  • Fase di Istituto (di libera competenza delle Istituzioni Scolastiche)

 

  • Fase Provinciale

 

  • Fase Regionale

 

  • Fase Nazionale

 

3) CATEGORIE

 

3.1) Disposizioni generali

 

Nel TSS ogni Istituzione Scolastica è rappresentata da una o più squadre, formate da studenti: 4 titolari e 2 eventuali riserve (vedasi anche l’art. 4.8).

 

Le squadre partecipano a tornei M “maschile/misto” e F “femminile” separati (è sufficiente la partecipazione di 2 squadre), oppure ad un torneo accorpato per competizioni che siano le più vicine in termini di fascia d’età, con classifiche distinte, per gli studenti che frequentano il corso di studio previsto dal Regolamento Attuativo annuale, suddivisi nelle seguenti categorie:

 

  • Scuole Primarie (tutte le fasi)
  • Scuole Secondarie di 1° Grado, categoria Ragazzi (solo fase Nazionale);

 

  • Scuole Secondarie di 1° Grado, categoria Cadetti (solo fase Nazionale);
  • Scuole Secondarie di 2° Grado, categoria Allievi (solo fase Nazionale);

 

  • Scuole Secondarie di 2° Grado, categoria Juniores (solo fase Nazionale).

 

A partire dalla fase provinciale, tutte le manifestazioni delle varie fasi dei TSS devono essere inserite nel calendario federale; a tale scopo le opportune informazioni devono pervenire -almeno 30 giorni prima della data di svolgimento- al Comitato Regionale o direttamente al responsabile regionale del calendario. Gli arbitri potranno così dare la propria disponibilità per quell’evento, rendendo possibile ai Fiduciari o alla CAF la designazione dell’arbitro.

 

3.2) Fase d’Istituto

 

La Fase di Istituto (o di Circolo) è curata dall’Istituzione scolastica con l’eventuale collaborazione delle Associazioni scacchistiche locali.

 

La Fase di Istituto può essere individuale o a squadre; deve svolgersi entro la data stabilita dal Regolamento Attuativo annuale.

 

3.3) Fase Provinciale

 

Le Fasi Provinciali, organizzate da un’Associazione Scacchistica locale sotto la supervisione del Referente Provinciale TSS, devono svolgersi entro la data stabilita dal Regolamento Attuativo annuale.

 

Alla fase provinciale ogni Istituzione Scolastica potrà iscrivere un numero di squadre per categoria determinato dal Referente Provinciale in accordo con l’Associazione scacchistica organizzatrice, in ogni caso non superiore a n. 3 squadre per categoria per ogni plesso afferente ad una Istituzione scolastica.

 

Alla successiva Fase Regionale qualsiasi Istituzione Scolastica può qualificare solamente una squadra per ciascun torneo (maschile/misto, femminile) e per ciascuna categoria.

 

Nel caso in cui 2 o più squadre maschili/miste oppure femminili, appartenenti alla stessa Istituzione Scolastica, risultassero classificate ai primi posti nella stessa categoria con diritto di ammissione alla Fase Regionale, saranno premiate secondo l’ordine di classifica del loro torneo Provinciale, ma sarà considerata ammessa alla Fase Regionale solo la migliore classificata.

 

Nel caso di rinuncia di una o più squadre qualificate, saranno prese in considerazione le scuole le cui squadre si sono classificate immediatamente dopo quelle che risultano qualificate nei rispettivi tornei provinciali.

 

La Fase Provinciale può svolgersi anche in presenza di sole 2 squadre iscritte; laddove risulti essere iscritta una sola squadra, questa sarà ammessa alla Fase successiva purché tale eventualità (ossia l’iscrizione di una sola squadra) sia documentata dal Referente Provinciale TSS.

 

I risultati della Fase provinciale vanno comunicati dal Referente Provinciale al Referente Regionale e da questi al Direttore Nazionale.

 

3.4) Fase Regionale

 

Le Fasi Regionali, organizzate da una Associazione Scacchistica locale sotto la supervisione del Referente Regionale TSS, devono svolgersi entro il giorno indicato dal Regolamento Attuativo Annuale.

 

Alla Fase Regionale sono ammesse le rappresentative delle Istituzioni Scolastiche qualificatesi -nelle corrispondenti Fasi Provinciali- al 1°, al 2° e al

 

3° posto, ossia le prime tre squadre maschili/ miste (per ciascuna categoria) e le prime tre squadre femminili (per ciascuna categoria).

 

Le squadre qualificate  dalle Fasi  Regionali  potranno partecipare alla Finale

 

Nazionale del TSS (vedasi l’art. 3.5).

 

La rinuncia scritta di una squadra ammessa alla Fase Regionale TSS deve pervenire alla Direzione Nazionale della FSI per il TSS tramite il Referente Provinciale TSS, con la massima urgenza.

 

La rinuncia alla partecipazione da parte di una Istituzione Scolastica consente la sua sostituzione con altre Istituzioni Scolastiche, che risultino classificate successivamente, secondo l’ordine di classifica.

 

I risultati della Fase Regionale devono essere comunicati dal Referente Regionale al Direttore Nazionale.

 

La Fase Regionale può svolgersi anche in presenza di sole 2 squadre iscritte; laddove risulti essere iscritta una sola squadra, questa sarà ammessa alla Fase nazionale purché tale eventualità (ossia l’iscrizione di una sola squadra) sia documentata dal Referente Regionale TSS.

 

3.5) Fase Nazionale

 

Alla Fase Nazionale TSS per le scuole primarie sono ammesse le Rappresentative delle Istituzioni Scolastiche qualificatesi -nelle corrispondenti Fasi Regionali- al 1°, 2° e 3° posto, ossia: le prime tre squadre maschili/miste e le prime tre squadre femminili.

 

Fermo quanto sopra, per le categorie Ragazzi e Cadetti (Scuole Secondarie di 1° Grado) e per le categorie Allievi e Juniores (Scuole Secondarie di 2° Grado) si applicano le seguenti regole:

 

  1. sono ammesse alla Fase Nazionale, per ciascuna delle quattro categorie in discorso, le prime due squadre maschili/miste e le prime due squadre femminili, come qualificatesi nella manifestazione regionale organizzata dal MIUR e/o dal CONI, ed inoltre le squadre maschili/miste e femminili qualificate in tornei scolastici di selezione, come specificato nel seguente punto B;

 

  1. i Comitati Regionali potranno organizzare dei tornei scolastici di selezione, al fine di qualificare alla Fase Nazionale:

 

B.1) la squadra prima classificata maschile/mista e la squadra prima classificata femminile (per ogni categoria) ove la manifestazione regionale organizzata dal MIUR e/o dal CONI qualifichi due squadre per categoria;

 

B.2) le prime due squadre classificate maschili/miste e le prime due squadre classificate femminili (per ogni categoria) ove la manifestazione regionale organizzata dal MIUR e/o dal CONI qualifichi solo una squadra per categoria;

 

B.3) le prime tre classificate maschili/miste e le prime tre classificate femminili (per ogni categoria) ove la manifestazione regionale organizzata dal MIUR e/o dal CONI non qualifichi nessuna squadra in nessuna categoria.

 

 

Il diritto alla partecipazione alle varie fasi del TSS è assegnato all’Istituzione Scolastica che lo abbia conquistato, indipendentemente dalla formazione che lo abbia ottenuto; pertanto è possibile partecipare alla Fase Nazionale con una

 

rappresentativa composta da giocatori in tutto o in parte diversi da coloro che abbiano ottenuto la qualificazione, purché frequentino il corso di studio previsto nel Regolamento Attuativo TSS dell’anno in corso.

 

A seguito dell’espletamento della Fase Regionale del TSS, ogni Referente Regionale TSS invierà alla Direzione Nazionale, per ciascun ordine di scuola, i nominativi delle squadre maschili/miste e femminili qualificate alla Fase Nazionale per ogni categoria (come sopra precisato nel presente art. 3.5).

 

Unicamente il Comitato Regionale competente per territorio in relazione al luogo ove si svolge la Fase Nazionale ha la facoltà di iscrivere alla stessa, in ogni caso, una squadra in più rispetto a quanto è stabilito ai punti B.1, B.2 e B.3, di cui sopra.

 

La rinuncia scritta di una squadra ammessa alla Fase Nazionale TSS deve pervenire alla Direzione Nazionale della F.S.I. per il TSS, tramite il Referente Regionale TSS, con la massima urgenza.

 

La rinuncia alla partecipazione da parte di una – o più di una – Istituzione Scolastica, determina la sostituzione con le Istituzioni Scolastiche che risultino classificate successivamente, secondo l’ordine di classifica della Fase Regionale, ove occorra fino a esaurimento delle squadre partecipanti e, a seguire, secondo l’ordine di classifica del Torneo di selezione.

 

4) FIGURE ED INCARICHI

 

4.1) Direttore Nazionale

 

  • nominato dal Consiglio Federale; controlla ed omologa gli esiti di tutte le Fasi del TSS.

 

  • competente per tutto ciò che riguarda l’ammissione e/o la partecipazione delle squadre e/o degli studenti.

 

In caso di impossibilità a presenziare alla Fase Nazionale del TSS, lo stesso propone al Consiglio Federale un sostituto che ne adempia le funzioni.

 

4.2) Organizzazione

 

L’organizzazione del TSS fino alle fasi Regionali viene affidata ai Referenti Regionali TSS, ai quali faranno riferimento i Referenti Provinciali TSS, che, avvalendosi del supporto gestionale delle Società Scacchistiche del territorio affiliate alla FSI per l’anno in corso, potranno collaborare con le Istituzioni Scolastiche.

 

L’organizzatore della Finale riceve l’incarico dal Consiglio Federale, provvede alla stesura del Bando del TSS, deve garantire il presidio medico, la tutela dell’ordine pubblico e una idonea copertura Internet, oltre a quant’altro stabilito nel contratto stipulato con la FSI.

 

4.3) Arbitri

 

Gli arbitri per le Fasi Provinciali e Regionali sono designati dal Fiduciario Regionale degli arbitri.

 

Gli arbitri:

 

  • si occupano dell’aspetto tecnico delle gare;

 

  • trasmettono i verbali di gara -esclusivamente per via telematica-direttamente al Referente Provinciale TSS nelle fasi provinciali e direttamente al Referente Regionale TSS nelle fasi regionali;

 

  • li trasmettono sempre, anche e direttamente, al Direttore Nazionale, esclusivamente per via telematica.

 

L’arbitro della manifestazione dovrà inviare per via telematica alla Direzione Nazionale della F.S.I. per il TSS tutta la documentazione arbitrale, ivi compresi i files ottenuti con la gestione informatica del torneo.

 

Solo per la Fase d’Istituto la funzione di arbitro potrà essere svolta da un alunno, un insegnante, un genitore o dal Responsabile d’Istituto.

 

Per la Finale Nazionale gli arbitri sono designati dalla CAF, che ha facoltà di approvare eventuali preferenze dell’Organizzatore, e si occupano dell’aspetto tecnico delle gare. Trasmettono i verbali di gara direttamente al Direttore Nazionale, esclusivamente per via telematica.

 

4.4) Responsabile d’Istituto

 

È nominato dal Dirigente Scolastico ed è responsabile della Fase d’Istituto. Raccoglie i dati e li trasmette al Referente Provinciale FSI.

 

4.5) Referente Provinciale TSS

È nominato dal Consiglio o Delegato Provinciale.

 

Sovrintende all’organizzazione della Fase Provinciale, predispone il bando e lo trasmette al titolare dell’Ufficio di Educazione Fisica e Sportiva dell’Ufficio Scolastico Provinciale (U.S.P.) competente, affinché quest’ultimo lo invii alle

Istituzioni Scolastiche del territorio.

 

Il Referente Provinciale TSS, inoltre, raccoglie i dati delle Fasi d’Istituto e della Fase Provinciale, trasmette i verbali di gara al Direttore Nazionale, compila il resoconto degli incontri secondo la procedura prevista e lo invia al Referente Regionale TSS e al Direttore Nazionale.

 

Il Referente Provinciale TSS avrà cura di verificare la partecipazione alla Fase Regionale delle squadre ammesse di diritto, per consentirne l’eventuale sostituzione in tempi ragionevoli, secondo il relativo ordine di classifica.

 

4.6) Referente Regionale TSS

È nominato dal Consiglio o Delegato Regionale.

 

Sovrintende alla organizzazione della Fase Regionale, predispone il bando e lo trasmette al titolare dell’Ufficio di Educazione Fisica e Sportiva dell’Ufficio Scolastico Regionale (U.S.R.) competente, per l’invio alle Istituzioni

Scolastiche del territorio.

 

Il Referente Regionale TSS, inoltre, raccoglie i dati e trasmette i verbali di gara al Direttore Nazionale, compila il resoconto degli incontri secondo la procedura prevista e lo invia al Direttore Nazionale.

 

Il Referente Regionale TSS avrà cura di verificare la partecipazione alla Fase Finale delle squadre ammesse di diritto, per consentirne l’eventuale sostituzione in tempi ragionevoli, secondo il relativo ordine di classifica.

 

4.7) Accompagnatore e Capitano


È prevista la figura dell’Accompagnatore della squadra dalla Fase Provinciale in poi.

 

Potrà essere “Accompagnatore” un docente appositamente nominato dall’Istituto o un’altra persona (ad esempio un Istruttore FSI, un genitore), segnalato dall’Istituto nel modulo d’iscrizione.

 

L’Accompagnatore può svolgere la funzione di Capitano della squadra, ed in questo caso dovrà necessariamente essere tesserato alla FSI.

 

La funzione di “Capitano” può essere svolta, in alternativa all’Accompagnatore, da un Alunno, tesserato alla FSI, segnalato sul modulo di iscrizione.

 

Il Capitano dovrà innanzitutto collaborare con la direzione del torneo per la riuscita della gara.

 

Prima dell’inizio di ogni incontro il Capitano dovrà controllare il corretto schieramento dei propri giocatori ed i colori previsti per quel turno.

 

Il Capitano ha il diritto di comunicare ai giocatori della sua squadra di proporre o accettare un’offerta di patta o di abbandonare la partita.

 

Deve tuttavia limitarsi a dare solo brevi informazioni, basate unicamente su circostanze relative all’incontro.

 

Perciò il Capitano potrà dire a un giocatore “offri la patta”, oppure “accetta la patta”, oppure “rifiuta la patta”, oppure “abbandona”.

 

Il Capitano dovrà astenersi da ogni intervento riguardante il gioco; in particolare non potrà dare al giocatore nessuna informazione riguardante la posizione sulla scacchiera, e non potrà consultare né il giocatore, né altri, riguardo alla posizione sulla scacchiera.

 

Per svolgere il suo compito, il Capitano potrà restare nella sala di gioco, alle spalle dei propri giocatori.

 

Nel momento in cui una partita è finita, i due giocatori ridispongono in ordine i pezzi sulla scacchiera e lasciano l’area di gioco. Il Capitano si accerta che ciò avvenga.

 

Quando tutti i giocatori della propria squadra hanno terminato di giocare, anche il Capitano deve lasciare l’area di gioco.

 

Eventuali violazioni del Regolamento commesse da un Capitano sono equivalenti a quelle commesse da un giocatore.

 

4.8) Squadre

 

Sono ammesse a partecipare al TSS squadre maschili/miste e femminili, rappresentative di singole Istituzioni Scolastiche.

 

Tali squadre potranno essere liberamente composte da studenti iscritti all’Istituzione Scolastica rappresentata per l’anno scolastico indicato nello specifico Regolamento Attuativo annuale.

 

La denominazione della squadra dovrà riportare la denominazione ufficiale dell’Istituzione Scolastica.

 

L’ordine di scacchiera inserito entro la scadenza dell’iscrizione non può essere modificato.

 

Ogni squadra dev’essere iscritta con almeno 4 giocatori.

 

Prima dell’avvio del torneo, all’atto dell’accreditamento della squadra, ogni accompagnatore designato dovrà confermare agli Organizzatori la presenza dei singoli giocatori che compongono la squadra.

 

La squadra potrà essere accreditata anche con la presenza di solo 3 giocatori. L’ordine di scacchiera dev’essere mantenuto per tutta la durata del torneo.

 

La verifica arbitrale di una disposizione della squadra in un ordine non conforme a quanto dichiarato comporta, per quell’incontro, l’assegnazione della sconfitta sulle scacchiere in cui non è stato rispettato tale ordine.

 

Nel caso che entrambe le squadre presentino un ordine di scacchiera non conforme a quanto dichiarato si dovranno attribuire 0 punti individuali e 0 punti squadra ad entrambe le squadre.

 

Sono previste due eventuali riserve, individuate all’atto dell’iscrizione della squadra come quinta e sesta scacchiera, in relazione al relativo ordine di ingresso in gioco.

 

Nel caso di ingresso della riserva, il capitano della squadra è obbligato ad informare l’arbitro della sostituzione prima dell’inizio del turno di gioco.

 

Prima dell’inizio dell’incontro i capitani delle due rappresentative si devono scambiare per iscritto, sugli appositi moduli, le formazioni delle rispettive squadre.

 

Ogni incontro si disputerà su quattro scacchiere; è ammessa l’assenza di un solo giocatore per squadra. In tal caso i tre giocatori dovranno schierarsi sempre in prima, seconda e terza scacchiera.

 

La squadra che è citata per prima nell’incontro giocherà con il bianco in prima e terza scacchiera.

 

5) AREA DI GIOCO

 

All’area di gioco possono accedere soltanto i giocatori schierati per il turno di gioco, i capitani, gli arbitri, il Direttore Nazionale, i Responsabili FSI e il personale di supporto fornito dagli Organizzatori.

 

È consentito l’ingresso al pubblico per i primi 5 minuti di gioco di ogni turno, a discrezione del Direttore di Gara.

 

Gli accompagnatori non designati come capitani nel modulo di iscrizione sono anch’essi ammessi solo per i primi 5 minuti di ogni turno, a discrezione del

 

Direttore di Gara.

 

Al termine della propria partita, ogni giocatore deve allontanarsi dall’area di gioco subito dopo avere ridisposto in ordine i pezzi sulla scacchiera; per il Capitano valgono le disposizioni stabilite dall’art. 4.7.

 

6) ASPETTI TECNICI

 

6.1) Disposizioni tecniche

 

Ove possibile, ogni categoria dovrà disputare una competizione separata. Le partite si svolgeranno con le seguenti modalità:

 

  • gli abbinamenti saranno effettuati secondo il ranking corrispondente alla media dell’Elo Rapid posseduto dai migliori 4 giocatori; al giocatore privo di Elo Rapid verrà assegnato un punteggio pari a 1440 se non in possesso di Elo Italia o FIDE;

 

  • il tempo di riflessione per le fasi provinciali e regionali sarà di almeno 30 minuti a testa;

 

  • il numero dei turni sarà di almeno 5.

 

 

I tornei che rispondono ai requisiti previsti dal Regolamento del Gioco Rapido e Lampo saranno omologati e validi per le variazioni Elo Rapid.

 

Per la Finale Nazionale il tempo di riflessione è così stabilito:

 

  • 40 minuti + 20 secondi (per ogni mossa) per ciascun giocatore nei tornei delle scuole medie di primo e secondo grado;

 

  • 60 minuti per giocatore per le scuole primarie di primo grado.

 

Sussiste l’obbligo di annotazione delle mosse -nei tornei per le scuole medie di primo e secondo grado- fino al momento in cui uno dei giocatori resta con un tempo di riflessione minore di 5 minuti.

 

Si disputeranno 7 turni in 4 giorni di gara (con un massimo di 3 turni al giorno). Si applicano le Regole degli Scacchi FIDE, inclusa l’Appendice A, ad eccezione dell’art. A.4b.

 

Pertanto le prime 2 mosse illegali completate da un giocatore non verranno sanzionate; alla terza mossa illegale completata dallo stesso giocatore, l’arbitro dovrà dichiarare la partita persa per quel giocatore.

 

La partita, però, sarà dichiarata patta ove la posizione sia tale che l’avversario non possa dare scaccomatto con nessuna possibile serie di mosse legali.

 

Nel caso in cui in un torneo le squadre partecipanti siano in numero inferiore a 5, verrà adottato il sistema di abbinamento all’italiana-girone doppio.

 

Nel caso in cui in un torneo le squadre partecipanti siano 6, verrà adottato il sistema di abbinamento all’italiana-girone semplice.

 

Laddove non si adotti il sistema di abbinamento all’italiana verrà utilizzato il sistema di abbinamento svizzero; alla squadra che usufruirà del bye saranno assegnati 2 punti squadra e 2 punti individuali, non assegnati ad alcuna scacchiera.

 

Le classifiche saranno compilate in base ai punti squadra, assegnando 2 punti squadra per ogni incontro-squadra vinto e 1 punto per ogni incontro-squadra pareggiato.

 

In caso di parità si farà riferimento alla somma dei punti individuali, assegnando 1 punto per ogni incontro singolo vinto e 1/2 punto per ogni incontro singolo pareggiato.

 

In caso di ulteriore parità, si farà riferimento al Buchholz Cut 1, Buchholz Tot e ARO o al SonnebornBerger (nei tornei all’italiana).

 

In caso di ulteriore parità, si calcolerà un coefficiente di spareggio sommando i punti totalizzati in prima scacchiera moltiplicati per 1,9, i punti totalizzati in seconda scacchiera moltiplicati per 1,7, i punti totalizzati in terza scacchiera moltiplicati per 1,5 ed i punti totalizzati in quarta scacchiera moltiplicati per 1,3. Le classifiche finali saranno redatte prevedendo graduatorie, maschili/miste e femminili, distinte per categorie.

 

6.2) Verbali

 

Per ogni categoria e per ogni Fase, il verbale di gara -compilato dal direttore del torneo- dovrà contenere:

 

  • data e luogo di svolgimento della manifestazione;

 

  • squadre partecipanti con i nominativi dei componenti in ordine di scacchiera;

 

  • turni di gioco completi di risultati di squadra e individuali;
  • tempo di riflessione;

 

  • tabellone;

 

  • classifica finale.

 

Inoltre, per le Fasi Provinciali e Regionali, il verbale di gara dovrà contenere anche:

 

  • elenco delle squadre qualificate in ordine di diritto alla partecipazione alla Fase successiva;

 

  • nominativo dell’arbitro/degli arbitri.

 

Non saranno prese in considerazione le gare di qualificazione svoltesi oltre i termini indicati nel Regolamento Attuativo annuale, né saranno esaminati i verbali di gara inviati, per via telematica, oltre i termini previsti dal Regolamento stesso.

 

In nessun caso potrà essere inviato materiale cartaceo.

 

6.3) Documenti di riconoscimento

 

Ogni Accompagnatore, ogni Capitano e ogni studente, riserve comprese, dovranno esibire un cartellino di riconoscimento contenente:

 

  • l’indicazione della denominazione dell’Istituzione Scolastica di appartenenza;

 

  • il proprio nome e cognome e l’eventuale titolo di Capitano;

 

  • il timbro dell’istituzione scolastica e la firma del Dirigente Scolastico o di un suo Vicario;

 

  • la foto tessera.

 

Il cartellino di riconoscimento dev’essere spillato all’abito in modo visibile o appeso al collo per tutta la durata del torneo.

 

La predisposizione dei cartellini di riconoscimento è obbligatoria ed è a carico della scuola interessata; il cartellino diventa documento attestante l’identità dello studente, del Capitano e dell’Accompagnatore.

 

6.4) Iscrizione

 

Per partecipare alle fasi Provinciali e Regionali e alla Fase Nazionale del TSS, il Dirigente Scolastico, o l’Accompagnatore designato dovrà compilare e inviare, prima della scadenza della data di iscrizione prevista nel singolo bando, collegandosi con la segreteria della Direzione Nazionale della F.S.I. per il TSS, una scheda informatica nella quale dovrà inserire:

 

  • i nominativi e le corrispondenti date di nascita degli studenti, che formeranno la squadra rappresentativa dell’Istituzione Scolastica da lui diretta;

 

  • il nominativo, la qualifica e i recapiti telefonici / informatici dell’Accompagnatore, che rappresenterà quella Istituzione Scolastica alla manifestazione a cui si fa riferimento;

 

  • il nominativo del Capitano designato.

 

 

L’iscrizione sarà conclusa nel momento in cui verrà accettata la procedura di chiusura, dando comunicazione che è avvenuta l’iscrizione, con l’indicazione della data e dell’ora di chiusura.

 

Il solo documento cartaceo contenente la comunicazione dell’avvenuta chiusura dovrà essere stampato e inviato via fax, o via e-mail se scansionato, ai Referenti TSS Regionale e Provinciale per le fasi locali, all’organizzatore e al Direttore Nazionale per la Finale.

 

Per la Finale, la mancata trasmissione, nei tempi previsti dal bando della manifestazione, del modulo di iscrizione può comportare l’esclusione dalla competizione.

 

Sarà cura del Direttore Nazionale comunicare, nel più breve tempo possibile ed in forma scritta, anche per e-mail, eventuali irregolarità ed esclusioni dalla competizione.

 

Il Direttore Nazionale può avvalersi di tale prerogativa anche in sede di torneo, qualora riscontri anomalie nella iscrizione o nella formazione delle squadre, nonché in tutto ciò che non è conforme al presente Regolamento.

 

Per la Finale Nazionale, gli organizzatori potranno richiedere una quota d’iscrizione come indicato nel Regolamento Attuativo annuale.

 

7) TITOLI E CLASSIFICHE FINALI

 

7.1) Titoli Squadra

 

In base alle classifiche finali, verranno annualmente assegnati i titoli nazionali per:

 

  • Pulcini M (Scuole Primarie): Squadra Campione Nazionale maschile/mista;

 

  • Pulcini F (Scuole Primarie): Squadra Campione Nazionale femminile;

 

  • Ragazzi M (Scuole Secondarie di 1° grado): Squadra Campione Nazionale maschile/mista;

 

  • Ragazzi F (Scuole Secondarie di 1° grado): Squadra Campione Nazionale femminile;

 

  • Cadetti M (Scuole Secondarie di 1° grado): Squadra Campione Nazionale maschile/mista;

 

  • Cadetti F (Scuole Secondarie di 1°): Squadra Campione Nazionale femminile;

 

  • Allievi M (Scuole Secondarie di 2° grado – Allievi): Squadra Campione Nazionale maschile/mista;

 

  • Allievi F (Scuole Secondarie di 2° grado – Allievi femminile): Squadra Campione Nazionale femminile;

 

  • Juniores M (Scuole Secondarie di 2° grado – Juniores): Squadra Campione Nazionale Maschile/mista;

 

  • Juniores F (Scuole Secondarie di 2° grado – Juniores femminile): Squadra Campione Nazionale Femminile.

 

7.2) Classifica per Regioni

 

Ad ogni torneo disputato, nelle previste categorie sia maschili/miste sia femminili, verranno assegnati i seguenti punteggi:

 

  • 20 punti alla squadra prima classificata assoluta;
  • 15 punti alla squadra seconda classificata;
  • 12 punti alla squadra terza classificata;

 

  • 10 punti alla squadra quarta classificata;

 

  • 8 punti alla squadra quinta classificata;
  • 2 punti ad ogni altra squadra partecipante alla manifestazione.

 

Al Comitato Regionale competente per territorio non verranno riconosciuti i 2 punti di partecipazione delle eventuali quarte squadre maschile/mista e femminile inserite nella finale (vedasi l’art 3.5).

 

Al Comitato Regionale che totalizzerà il maggior punteggio verrà assegnato il riconoscimento annuale di Comitato Regionale Benemerito per il Trofeo Scacchi Scuola FSI.

 

8) TESSERAMENTO E ASSICURAZIONE

 

I referenti Provinciali e Regionali potranno acquisire, dalle singole scuole e/o dagli Uffici Scolastici Provinciali e Regionali, una dichiarazione che attesti la copertura assicurativa di studenti e docenti accompagnatori delle scuole partecipanti alle rispettive fasi provinciali e regionali.

 

Ove detta dichiarazione non fosse acquisita, ed in ogni caso per la Fase Nazionale TSS, tutti i giocatori devono essere provvisti di Tessera Junior, Ordinaria (o Ordinaria Ridotta avendone i requisiti) o Agonistica.

 

Per la fase Nazionale TSS i Capitani non giocatori devono essere provvisti di Tessera Junior, Ordinaria (o Ordinaria Ridotta avendone i requisiti) o Agonistica.

 

Tutte le tessere FSI devono essere sottoscritte con una Associazione di Scacchi del territorio regolarmente affiliata alla FSI per l’anno in corso.

 

Tutti gli studenti partecipanti dovranno essere provvisti del certificato per la pratica di attività sportive non agonistiche, rilasciato dopo regolare controllo sanitario, così come descritto dall’art. 3 del Decreto Interministeriale del 24/04/2013, modificato dall’art. 42 bis del Decreto Legge n. 69/2013, convertito nella Legge n. 98/2013 e successive modifiche.

 

9) ATTESTATI DI RICONOSCIMENTO

 

Agli studenti che parteciperanno alle attività previste nel presente Regolamento, le Istituzioni Scolastiche potranno riconoscere il Certificato di Credito Formativo, ai sensi dell’art. 2 del Protocollo d’Intesa tra il Ministero della Pubblica Istruzione e la Federazione Scacchistica Italiana.

 

10) RINVIO

 

Vedasi anche quanto precisato nel Regolamento Attuativo 2016/2017.

Saluti istituzionali

 


Roberto Mogranzini – CEO Accademia Internazionale di Scacchi 

 

Come organizzatore è per me un onore e un piacere mettermi a disposizione dei giovanissimi che si avvicinano alla disciplina degli scacchi.

Questo sport negli ultimi anni sta guadagnando popolarità tra i più giovani riempiendo di orgoglio chi come me ha iniziato a giocare proprio tra i banchi di scuola, ma soprattutto è fondamentale sottolineare come la collaborazione tra la FSI e il MIUR stia permettendo la promozione e la divulgazione di uno degli sport più avvincenti al mondo.

A tutti coloro che si impegnano per promuovere gli scacchi va il mio più sentito ringraziamento e ai ragazzi che partecipano voglio augurare un in bocca al lupo.


Gianpietro Pagnoncelli – Presidente FSI 

 

Il Trofeo Scacchi Scuola, con la sua nuova denominazione,  si innesta su una lunga tradizione e conferma ancora una volta il concreto rapporto di collaborazione tra il MIUR e la Federazione Scacchistica Italiana.

Questo importante evento, ospitato questa volta dalla cittadina di Montesilvano, va oltre il lato agonistico, anche se è facile prevedere che tra i giocatori ci siano molti dei nostri campioni di domani. Rafforza infatti lo spirito di squadra e dà l’opportunità a studenti provenienti da tutte le parti d’Italia di ritrovarsi uniti dalla stessa passione e dai valori di rispetto e di sana competitività.

Sono lieto pertanto dare il mio più caloroso benvenuto agli insegnanti, ai genitori e ai giovani scacchisti che si affronteranno nelle finali del Trofeo.

E colgo l’occasione per indirizzare un saluto pure agli organizzatori, certo della professionalità con la quale sapranno realizzare un evento che riveste una fondamentale importanza per la Federazione e per l’accoglienza che sicuramente sapranno riservare a tutti i graditi ospiti.

 

TEMPI DI RIFLESSIONE DELLA FASE NAZIONALE

40 minuti + 20 secondi (per ogni mossa) per ciascun giocatore nei tornei delle scuole medie di primo e secondo grado; 60 minuti per giocatore per le scuole di primo grado, con obbligo di annotazione delle mosse nei tornei per le scuole medie di primo e secondo grado fino al momento in cui uno dei giocatori resta con tempo di riflessione minore di 5 minuti. Si disputeranno 7 turni  in 4 giorni di gara (con un massimo di 3 turni al giorno).

Gli abbinamenti verranno effettuati secondo il ranking corrispondente alla media dell’Elo Rapid posseduto dai migliori 4 giocatori; al giocatore privo di Elo Rapid verrà assegnato un punteggio pari a 1440 se non in possesso di Elo Italia o FIDE.

Per quanto non contemplato nel presente bando si rimanda al Regolamento e al Regolamento Attuativo per i TSS 2016/2017 della FSI. L’organizzazione, se necessario, si riserva la facoltà di apportare eventuali modifiche o integrazioni al presente bando al fine della buona riuscita della manifestazione.

L’iscrizione al torneo comporta l’accettazione delle norme regolamentari.

ISCRIZIONI

 

Le iscrizioni dovranno essere effettuate tramite il sito della Federazione Scacchistica Italiana al link http://www.federscacchi.it/str_gss.php  e dovranno pervenire entro il 30Aprile 2017 alla Federazione Scacchistica Italiana, Direzione Nazionale GSS, tramite Fax 02 864165 o  E-mail gss@federscacchi.it  ed alla segreteria organizzativa 329-7954623/ 392-2159003 E-mail info@fideacademy.com, utilizzando esclusivamente il modulo ufficiale di iscrizione prodotto dalla procedura on line e completato con il timbro dell’istituzione scolastica e la firma del Dirigente Scolastico.

La quota di iscrizione è fissata in € 10,00 (euro dieci/00) a squadra


ACCOUNT: Accademia Internazionale di Scacchi

BANK: Banca Popolare di Spoleto – sportello di Deruta – (PG)

SWIFT/BIC: BPSPIT31

IBAN: IT79 M057 0438 4200 0000 0006 205


La copia firmata e timbrata dovrà essere consegnata al momento dell’accreditamento.

L’ordine di scacchiera, inserito alla scadenza dell’iscrizione, NON può essere modificato (art.4.8 Regolamento TSS/FSI).

Non saranno prese in considerazione eventuali modifiche.

La mancata trasmissione, nei tempi previsti dal bando della manifestazione, del modulo di iscrizione può comportare l’esclusione dalla competizione.

DOCUMENTI D’IDENTITÀ: Ogni Accompagnatore e ogni studente, riserve comprese, deve esibire un cartellino di riconoscimento contenente:

  • l’indicazione della denominazione dell’Istituzione Scolastica di appartenenza;
  • il proprio nome e cognome e l’eventuale titolo di Capitano;
  • il timbro dell’istituzione scolastica e la firma del Dirigente Scolastico o di un suo Vicario;
  • la foto tessera.

Il cartellino di riconoscimento deve essere spillato all’abito o appeso al collo per tutta la durata del torneo. La predisposizione dei cartellini di riconoscimento è obbligatoria ed è a carico della scuola interessata; il cartellino diventa documento attestante l’identità dello studente, del capitano e dell’accompagnatore.

Non saranno accreditate squadre sprovviste del cartellino di riconoscimento.

 

Hello world!

Welcome to WordPress. This is your first post. Edit or delete it, then start writing!